Tag : risparmio-energetico

post image

Coibentazione e isolamento termico delle pareti: molto importanti!

Avete mai sentito parlare di coibentazione e isolamento termico delle pareti? Sicuramente sì, e oggi vi parleremo della loro importanza. Infatti, queste ottimizzazioni, da effettuare all’interno di un immobile, consentono a ogni vostro acquisto per quanto riguarda il riscaldamento e il raffrescamento dell’ambiente di risultare ancor più performante, riducendo ulteriormente i consumi e le relative spese. In pratica, grazie alla coibentazione e all’isolamento termico delle pareti, potrete acquistare la migliore pompa di calore e/o il più innovativo climatizzatore (come quelli che troverete sul nostro store!) e contare su tanti benefici e vantaggi in più. Detto questo, andiamo a vedere di cosa stiamo parlando, analizzando la coibentazione e l’isolamento termico nel dettaglio.

Con che tipo di intervento abbiamo a che fare?

L’isolamento termico delle pareti interne di un edificio viene chiamato anche coibentazione termica e si presenta come un’operazione che, una volta portata a termine, permette di mantenere costante la temperatura presente all’interno dell’immobile: d’estate mantiene il calore all’esterno e d’inverno lo mantiene all’interno. Insomma, è proprio quello che serve per evitare di disperdere energia e di sovraccaricare il lavoro di riscaldamenti e sistemi di climatizzazione.

Avvalersi della coibentazione e dell’isolamento termico delle pareti aiuta quindi ad abbattere i costi e a risparmiare sulle bollette dell’energia elettrica, in qualunque periodo dell’anno. Inoltre, si tratta di un lavoro che può essere eseguito in modo rapido, ma soprattutto economico. È un intervento non invasivo che può davvero fare la differenza non solo in termini di costi, ma persino per quanto riguarda la temperatura e i conseguenti livelli di comfort constatati all’interno degli ambienti, che possono migliorare la nostra quotidianità in maniera notevole.

Nella maggior parte dei casi, viene inserita una speciale schiuma poliuretanica all’interno di una specifica intercapedine collocata nella parete. Quando è presente questa intercapedine, è possibile effettuare la procedura. Verranno fatti dei fori nelle mura a cassa vuota, all’interno dei quali verrà insufflata la schiuma. Quest’ultima si solidificherà in breve tempo, diventando uno strato resistente e, soprattutto, ottimale da un punto di vista dell’isolamento termico.

 

coibentazione pareti e isolamento termico

 

Altre informazioni da non sottovalutare quando si tratta di coibentazione e isolamento termico delle pareti

Ogni professionista sa come eseguire validi interventi di coibentazione e isolamento termico delle pareti, basandosi sulla propria esperienza, su determinati prodotti e sulla specifica conformazione dell’edificio. Le pareti da isolare sono in particolare quelle degli immobili datati e per eseguire l’operazione sarà appunto necessario che le pareti interne abbiano un’intercapedine vuota dentro di esse. Trattandosi di un intervento interno, non sarà necessario avvalersi di un’autorizzazione comunale o di mettersi d’accordo con gli altri condomini (se presenti). Inoltre, non si dovrà aspettare tanto: molte aziende eseguono i lavori in un solo giorno lavorativo.

Insomma, gli interventi per la coibentazione e l’isolamento termico delle pareti sono davvero utili, permettono di risparmiare e di usufruire di un elevato comfort, nonché di un’ottimizzazione delle performance degli apparecchi per il riscaldamento e il raffrescamento dell’aria. Pertanto, in alcune situazioni, è davvero necessario prenderli in considerazione. Inoltre, trattandosi di un intervento di riqualificazione energetica, si potrà contare su una detrazione fiscale pari al 65%.

post image

Sistemi di accumulo integrati: Cosa sono?

Accumulare energia e utilizzarla in maniera intelligente è un’abitudine ottimale che garantisce un significativo risparmio e la possibilità di ottenere una serie di notevoli vantaggi. Questa è un’opportunità di cui è possibile usufruire grazie all’utilizzo dei sistemi di accumulo integrati: un’ottima soluzione per amplificare i benefici derivanti dall’utilizzo di pannelli solari.

Convenienza e risparmio energetico: ecco i principali vantaggi di un sistema di accumulo integrato

Si tratta di un sistema assolutamente conveniente che, durante la giornata, accumula energia tramite l’utilizzo dei pannelli fotovoltaici. Conseguentemente, sfrutta l’energia accumulata per alimentare l’impianto di illuminazione e per favorire il corretto funzionamento degli elettrodomestici che assorbono maggiori consumi, come ad esempio la lavatrice o la lavastoviglie. In questo modo, garantisce un grande risparmio energetico e una gestione ottimale degli impianti, oltre a proporre consumi ridotti e un interessante risparmio da un punto di vista delle bollette relative all’energia elettrica.

Per realizzare un sistema di accumulo integrato è necessario dotarsi di un impianto idoneo, che in genere si trova nel classico inverter, un apparato elettronico dotato di entrata e uscita che è in grado di effettuare una conversione di corrente, trasformando la corrente continua in entrata in corrente alternata in uscita, variandone l’ampiezza e la frequenza a seconda delle esigenze.

Il generatore dell’impianto fotovoltaico produce corrente a tensione continua e l’inverter ha il compito di trasformarla in corrente alternata per garantire il collegamento alla rete di distribuzione elettrica. Solitamente, ci sono due tipi di inverter su cui è possibile contare: quello di tipo monofase che è utilizzato per le civili abitazioni e quello trifase che è generalmente usato per usi industriali.

Le altre caratteristiche da non sottovalutare

Questo sistema di accumulo integrato è assolutamente vantaggioso sotto tanti altri vari punti di vista ma, sicuramente, quelli che abbiamo visto sono i principali e i più importanti benefici. Oltre ad essere un sistema che influisce in maniera positiva in termini di energia rinnovabile generata dal sole attraverso l’utilizzo dei pannelli solari (che potrete trovare in differenti modelli e marchi sul nostro store!), consente di ottenere una consistente quantità di energia autoprodotta, che può essere consumata per gli utilizzi della casa andando a coprire circa il 75% del consumo di una famiglia.

Inoltre, grazie ai moderni sistemi tecnologici, è possibile monitorare in maniera autonoma e semplice, sia la produzione di energia rinnovabile che i carichi domestici, attraverso una facile interfaccia utente e l’uso di un pc, un tablet o uno smartphone. Pertanto, i sistemi di accumulo integrati sono certamente una valida soluzione di cui tutti possiamo usufruire… l’importante è scegliere i pannelli giusti e avvalersi di un impianto di qualità. Su 121Store potrete trovare i pannelli solari Junkers, Vaillant e Pleion, e scegliere tra varie capacità di accumulo in base alle vostre esigenze. Potrete optare per uno o più collettori e per modelli universali, da integrare nella copertura, installabili sopra tetto e su tetto piano, dotati di sistemi di circolazione forzata o naturale. Non esitate a chiederci consigli: siamo qui per questo!

post image

Efficientamento energetico: di cosa si tratta?

Quante volte parliamo di efficientamento energetico senza avere un’accurata cognizione dell’argomento in questione e di tutte le sue implicazioni a livello economico e anche quotidiano? Ebbene, rendere la nostra abitazione più efficiente dal punto di vista energetico non significa soltanto inquinare meno e risparmiare sulle bollette, ma anche vivere in modo più completo e confortevole la nostra casa. Anche se si tratta di concetti diversi per definizione, il risparmio e l’efficientamento energetico sono due fattori che si intersecano profondamente. Cosa dovremmo sapere in merito? Vediamolo insieme.

Efficientamento energetico: come si risparmia?

Possiamo parlare correttamente di efficienza energetica soltanto nel momento in cui cominciamo a fare un uso migliore e più appropriato dell’energia, consumando meno e sfruttandola al massimo delle sue potenzialità. Quando, invece, parliamo di solo risparmio energetico, intendiamo semplicemente un minore utilizzo dell’energia. Le due cose, tuttavia, possono essere combinate assieme per un risultato ancora più efficace e soddisfacente.

Ad esempio, è possibile eseguire degli interventi in casa per garantire un maggior efficientamento energetico, attraverso un isolamento termico efficace e una coibentazione appropriata: si potrà contare non solo su una maggiore efficienza ma anche su un bel risparmio energetico. In ogni caso, sia l’efficienza energetica che il solo risparmio dell’energia sono due lati della stessa medaglia, che influiscono positivamente sul benessere della vita domestica.

Efficientamento energetico: da dove partire?

Per riuscire a ottenere un maggiore efficientamento energetico della nostra casa sarà necessario prima provvedere a far analizzare lo stato degli impianti e, in generale, della struttura da uno o più tecnici specializzati. Questo significa, in parole semplici, attestare la classe energetica e le prestazioni dell’edificio stesso, così da poter individuare facilmente persino eventuali interventi correttivi da effettuare per risparmiare energia e denaro. Ecco quindi l’importanza dell’attestazione di classe energetica che va a certificare l’utilizzo e le performance elettriche dell’abitazione: va considerata come l’opportunità che abbiamo di rendere la nostra casa più confortevole anche dal punto di vista energetico.

Inoltre, c’è da considerare che la Legge di Stabilità 2018 ha confermato il bonus energia, che prevede delle agevolazioni fiscali molto significative nel caso in cui si decida di fare degli interventi di riqualificazione energetica nella nostra casa, permettendo così di recuperare oltre la metà della spesa sostenuta per i successivi dieci anni. Per chi, infatti, decidesse di intervenire ad esempio sostituendo gli infissi, gli impianti o acquistando una nuova caldaia più efficiente, lo Stato ha previsto una detrazione fiscale del 65% che, sicuramente, è una bella opportunità per moltissime famiglie. Perciò, è di certo il momento migliore per fare qualche cambiamento all’interno della propria abitazione o condominio.

Sul nostro store potrete trovare numerose caldaie delle migliori marche, ma persino pompe di calore e pannelli solari utili per poter contare su un consistente efficientamento energetico. A volte basta davvero poco per risparmiare, elevare i livelli di comfort e anche la qualità della vita domestica nonché l’effettivo valore dell’immobile! Per maggiori informazioni e consigli, non esitate a contattarci: troveremo la soluzione più adatta alle vostre esigenze e preferenze!

post image

Pompe di calore: cosa sono e a cosa servono

La pompa di calore è una macchina che serve a trasferire energia termica da un ambiente freddo (o sorgente fredda) verso un’altra che ha una temperatura più alta. Può essere attivata in diversi modi e, generalmente, funziona grazie all’energia elettrica, ma non sono rari i casi in cui si utilizza energia meccanica o comunque altre fonti. Le pompe di calore possono essere abbinate poi ad altri elettrodomestici.

Come funziona una pompa di calore

La pompa di calore è composta da quattro parti, ovvero condensatore, valvola di laminazione, evaporatore e compressore, che funzionano in sequenza secondo un ciclo specifico. All’interno dell’evaporatore, il fluido presente viene portato allo stato di evaporazione. Nel compressore viene appunto compresso fino a creare energia termica. A questo punto, entra in gioco il condensatore, che libera l’energia termica ottenuta nel compressore in forma di calore (riscaldamento). Nel processo di liberazione dell’energia, questa viene riporta a stato liquido. Infine, la valvola di laminazione rimanda il liquido all’evaporatore, riavviando il ciclo. Il fulcro sta insomma nel condensatore, che serve a liberare energia termica, riscaldando quindi l’ambiente in cui ci si trova.

A cosa servono le pompe di calore?

Il ciclo della pompa di calore è invertibile. Ossia, può funzionare sia per emettere aria calda all’interno di un ambiente che per emetterla all’esterno. In inverno, o comunque nei mesi freddi dell’anno, la pompa di calore prende dall’ambiente esterno il calore contenuto nell’aria, nell’acqua o nel suolo. Tramite il ciclo appena esaminato, riemette quindi calore all’interno dell’ambiente domestico, aumentandone ulteriormente la temperatura.

Nei periodi caldi dell’anno, la funzione si inverte: la pompa di calore può prendere il calore dall’ambiente interno e rimandarlo verso l’esterno (cosa che appunto fa il condizionatore) raffreddando l’ambiente. Oltre a questo, la pompa di calore ha altri utilizzi, visto che si può legare ad altri elettrodomestici. Alcune pompe di calore contengono dei serbatoi di accumulo in cui c’è acqua che viene riscaldata, funzionando in modo simile a una caldaia, ma con un minor consumo di energia, garantendo perciò persino un maggiore rispetto per l’ambiente tramite il suo utilizzo.

 

 

 

Per valutare la resa delle pompe di calore, si confronta energia elettrica utilizzata e calore fornito, un confronto che si ottiene tramite il COP (Coefficiente di Prestazione). Per intendersi, in un ambiente di circa 10 gradi, il COP è compreso fra 3 e 4. Con temperature al di sotto dei 5 gradi, il COP diminuisce drasticamente. Pertanto, prima di acquistare di una pompa di calore bisogna valutare bene quali sono le condizioni ambientali in cui lo si va ad installare, ovvero il clima della propria area geografica.

Le pompe di calore aria-acqua

Al momento, è possibile acquistare delle pompe di calore aria-acqua, che si rivelano molto più innovative di quelle tradizionali, proponendo un’efficiente climatizzazione delle abitazioni, senza la necessità di utilizzare gas metano o GPL, come avviene invece nei sistemi tradizionali con caldaie. In questo caso, la pompa potrà estrarre calore dall’aria esterna e utilizzarlo per l’emissione all’interno dell’immobile e per la produzione di acqua calda sanitaria, anche con temperature esterne molto basse.

I nuovi modelli possono riscaldare fino a 250mq, proporre un risparmio fino al 66% rispetto ai combustibili classici e garantire costantemente un’elevata efficienza. Potrete trovare tantissime pompe di calore sul nostro store: avrete l’imbarazzo della scelta e tanti vantaggi da non sottovalutare!

post image

Il funzionamento delle caldaie a condensazione

Sapete come funzionano le caldaie a condensazione? Certamente, ne avrete sentito parlar bene più e più volte, in quanto si tratta di sistemi di riscaldamento innovativi, funzionali e perfetti soprattutto da un punto di vista del risparmio energetico. Inoltre, grazie al loro funzionamento, possono rispettare l’ambiente in maniera molto più notevole rispetto alle caldaie tradizionali e, nel contempo, permettono di constatare un elevato comfort all’interno degli ambienti.

Pertanto, possiamo dire che questi apparecchi offrono prestazioni ottimali e importanti vantaggi, nonostante funzionino in modo particolare; e assicurano un buon riscaldamento in inverno e acqua calda sanitaria in tutte le stagioni. Ma quali sono le modalità d’azione che contraddistinguono le caldaie a condensazione dalle altre?

Il sistema a condensazione: il riciclo dei fumi di scarico

Il funzionamento delle caldaie a condensazione è molto semplice, ma ottimamente studiato. Infatti, esse sono dotate di una moderna tecnologia, perfetta per rispettare l’ambiente e per assicurarci prontamente il riscaldamento e una costante produzione di acqua calda sanitaria. Il sistema a condensazione funziona così: i fumi di scarico ancora caldi vengono trattenuti e riutilizzati.

In pratica, a differenza delle altre caldaie, i cui fumi vengono espulsi e indirizzati verso l’esterno dell’edificio, una caldaia a condensazione recupera quei fumi e sfrutta la loro energia. Nello specifico, il sistema di condensazione prevede che lo scambiatore si occupi di assorbire tutto il calore rimasto nei gas di scarico e che lo riutilizzi per eseguire il preriscaldamento dell’acqua fredda di ritorno dal circuito di riscaldamento.

Tutto questo porta a una riduzione dei consumi di gas e, contemporaneamente, alla possibilità di usufruire costantemente di elevati livelli di comfort sanitario e di temperature perfette, sia per quanto riguarda il riscaldamento che la produzione di acqua calda.

Il risparmio in percentuali

Il funzionamento a condensazione è così intelligente e funzionale che ha portato moltissime persone a prediligere queste tipologie di caldaie. Secondo le statistiche, esse raggiungono dei livelli di efficienza che superano il 100% e consentono di constatare un risparmio fino al 30% sui consumi di gas annuali (anche se abbinate ai termosifoni tradizionali).

In pratica, se state pensando alla possibilità di sostituire la vostra vecchia caldaia, ricordate che le caldaie a condensazione possono rivelarsi un’ottima soluzione su tutti i fronti. Sappiate inoltre che nel nostro store proponiamo un’ampia selezione delle caldaie a condensazione più valide e delle migliori marche, presenti in varie versioni e in funzionali modelli: per il solo riscaldamento o per il riscaldamento abbinato all’erogazione dell’acqua calda sanitaria; ad uso esterno o interno; per l’installazione a parete o a terra; a tiraggio naturale; in classe NOx 5, con scarico fumi in canna fumaria, etc.. Ognuna di esse garantisce un elevato rendimento e un notevole risparmio energetico. In più, grazie all’Ecobonus, è possibile usufruire di interessanti detrazioni relative alla sostituzione dei vecchi impianti di riscaldamento.

Insomma, il funzionamento delle caldaie a condensazione è davvero notevole e certamente non possiamo sottovalutarlo. Se avete altre domande a riguardo, non esitate a contattarci: elimineremo ogni dubbio e vi aiuteremo a trovare la soluzione più adatta a voi e alle vostre specifiche esigenze.

post image

Alla scoperta di Solaris P Series di Daikin

Oggi parliamo di Solaris P Series di Daikin ma, per capire esattamente l’affidabilità e le numerose altre caratteristiche di questi prodotti, è necessario fare un piccolo salto indietro nel tempo.

La storia di questa azienda ha inizio in Giappone nel 1924. Sin da subito, Daikin Industies si è imposta su gran parte del mercato come leader indiscussa nei sistemi di climatizzazione fissa, sviluppati per contesti residenziali, commerciali e industriali. Nel corso del tempo, ci sono state diverse fusioni con altre società, fino a che, nel 1968, la Daikin inizia ad operare anche in Italia. Più tardi, precisamente nel 2002, nasce la Daikin Air Conditioning Italy, specializzata nel settore della climatizzazione e del riscaldamento.

Con l’obiettivo di essere sempre vicini ai clienti, sono state aperte tre sedi in Italia: una a Milano, una a Genova e una a Roma, insieme a diverse agenzie rappresentanti che operano su tutto il territorio, offrendo solo ed esclusivamente il meglio dei prodotti offerti dall’azienda e mettendo a disposizione l’esperienza di validi consulenti, capaci di rispondere a qualunque esigenza. Già da questo, possiamo capire cosa aspettarci dall’innovativa linea Solaris P Series di Daikin. Tuttavia, ci sono anche altri dettagli da considerare.

Daikin e gli incentivi fiscali

Che si tratti di un’abitazione privata, di un edificio aziendale oppure di un ufficio o di un locale ad uso commerciale, quando si parla di sistemi di climatizzazione e refrigerazione, bisogna fare i conti con una spesa economica non indifferente. Proprio per questo motivo, e al fine di soddisfare la nostra clientela, è utile sapere che anche per l’acquisto di Solaris P Series di Daikin, è possibile usufruire di una serie di incentivi fiscali, che variano da un tasso del 50% fino ad arrivare al 65%, a seconda della specifica situazione del cliente. Tra l’altro, 121Store vi offre una garanzia esclusiva di ben 10 anni, unica a livello europeo.

Le peculiarità di Solaris P Series

Alla Daikin non si producono soltanto impianti di climatizzazione e riscaldamento, residenziali e commerciali, ma si presta anche molta attenzione all’ambiente, tentando di rispettarlo in tutto e per tutto, senza ridurre i livelli di comfort offerti dai sistemi di condizionamento. Infatti, l’azienda è sempre alla ricerca di nuove fonti di energia rinnovabile, e da questo nasce l’innovativa Solaris P Series.

La Solaris P series targata Daikin sfrutta per l’appunto l’energia solare: è un impianto solare flessibile realizzato appositamente per applicazioni solari pressurizzare e drain back. I pannelli solari sono realizzati in 3 dimensioni, tutte facilmente adattabili al contesto in cui devono essere installati (sul tetto, ad incasso su tetto oppure in alternativa su tetto piano). Di semplice installazione e di facile utilizzo, grazie a questa soluzione, potrete contare su un notevole risparmio energetico e, nel contempo, rispettare l’ambiente, senza farvi mancare nulla da un punto di vista del comfort e delle prestazioni.

Sul nostro store potrete trovare tantissimi prodotti Daikin e usufruire della nostra esclusiva garanzia, ma anche della nostra esperienza al fine di garantirvi una valida assistenza pre e post vendita.

post image

Detrazioni fiscali 2018, caldaie a condensazione e impianti di climatizzazione

Cosa prevede la legge di Bilancio pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n°302 del 29 dicembre 2017? È stata definita la nuova Legge di Sostenibilità 2018 e conferma il bonus per la riqualificazione energetica, ampliando le possibilità sia per quanto riguarda i soggetti beneficiari che per la tipologia degli interventi che possono essere finanziati agevolmente. Detto questo, andiamo a scoprire alcuni importanti dettagli relativi alle caldaie a condensazione e agli impianti di climatizzazione.

L’Ecobonus per il risparmio energetico

Se desiderate avvalervi di una nuova caldaia o di impianti di climatizzazione, sappiate che sarà possibile accedere all’Ecobonus per il risparmio energetico in questi casi:

1) Per l’installazione di una caldaia a condensazione di classe A, con simultanea installazione di sistemi di termoregolazione evoluti (detrazione del 65%);

2) Per l’installazione di una caldaia a condensazione di classe A (detrazione del 50%);

Sappiate inoltre che si applica la detrazione del 50% (fino a un valore massimo di detrazione pari a 30.000 euro) per l’acquisto e la posa in opera di impianti di climatizzazione invernale, dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili. Si segnala altresì la riduzione al 50% dell’aliquota di detrazione per gli interventi di acquisto e posa in opera di finestre comprensive di infissi e schermature solari.

Per accedere a questi finanziamenti, è opportuno presentare una specifica documentazione che includa la certificazione energetica dell’edificio, la scheda informativa degli interventi realizzati e l’attestazione di corrispondenza dell’intervento, in base ai requisiti indicati dalla legge.

I documenti riguardanti la certificazione energetica dell’edificio e la scheda informativa degli interventi realizzati dovranno essere inviati tassativamente in via telematica all’ENEA (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile): sarà possibile accedere al nuovo portale online dedicato all’inserimento delle richieste per la detrazione relative agli interventi. Vi ricordiamo che questa procedura deve essere fatta entro 90 giorni dalla fine dei lavori e/o installazioni.

Gli acquisti perfetti per accedere alle detrazioni

Su 121Store, potrete trovare numerose caldaie a condensazione di classe A e diverse tipologie di impianti di climatizzazione invernale, puntando su marchi leader nel settore, quali Beretta, Junker Bosch, Riello, Valiant, Hermann S.D., Ariston, Baxi, Daikin, Hitachi, Olimpia Splendid, Samsung, Mitsubishi, LG, General Fujitsu e molti altri. Ogni prodotto presente sul nostro store è stato selezionato in quanto in grado di garantire:

  • elevati livelli di comfort,
  • prestazioni eccellenti,
  • facilità d’installazione e di utilizzo,
  • funzionalità innovative.

Le caldaie a condensazione sono valide per chi desidera constatare un valido e costante risparmio sui consumi e lo stesso vale per gli impianti di climatizzazione, che possono riscaldare e raffrescare ogni tipo di ambiente. In entrambe le eventualità, possiamo avvalerci inoltre di apparecchi dotati di rivestimenti resistenti, di forme compatte e dimensioni per niente ingombranti, nonché di design adatti ad ogni contesto e persino caratterizzati dalla scelta di moderne colorazioni. Pertanto, il mercato è pieno di soluzioni ideali ed efficienti e ogni investimento può essere facilmente recuperato grazie alle positive conseguenze del risparmio energetico e ai notevoli incentivi fiscali dell’Ecobonus su cui possiamo contare.

post image

Le caratteristiche delle caldaie a condensazione Junkers Bosch

Se siete in procinto di sostituire la vostra vecchia caldaia o comunque dovete acquistarne una nuova e desiderate indirizzarvi verso una scelta sicura e garantita, potreste valutare una caldaia a gas a condensazione Junkers Bosch.

A questo proposito, è utile sapere che un impianto di questo tipo sfrutta la condensazione del vapore acqueo proveniente dai fumi di scarico, recuperando così il calore e proponendo un’efficienza energetica che una caldaia tradizionale non potrebbe offrire.

Le caldaie a condensazione Junkers Bosch sono innovative e propongono prestazioni elevate e numerose funzionalità. Pertanto, in base alle vostre esigenze, potrete sicuramente fare la scelta migliore per voi, selezionando tra i migliori modelli proposti dal marchio.

Le principali peculiarità di questi prodotti

Junkers Bosch ha messo in commercio degli prodotti dotati di indubbie qualità tecniche ed estetiche, proponendo nuovi design con rivestimenti antigraffio, facile da pulire e lucidare, nonché resistenti alle variazioni di temperatura. Alcuni modelli sono dotati di angoli stondati e di funzionali display circolari, con una retroilluminazione che permette una programmazione intuitiva e una facile messa in servizio.

In ogni caso, le caldaie a condensazione Junkers Bosch si adattano ad ogni tipo di ambiente, e funzionano sfruttando al meglio l’innovativa tecnologia ideata, brevettata e assemblata direttamente dall’azienda, garantendo il massimo del comfort, la massima efficienza e un’importante riduzione dei consumi.

Tutto ciò è reso possibile grazie alla componentistica di qualità e alla termoregolazione climatica integrata, che garantiscono un risparmio energetico notevole e delle prestazioni eccellenti, ma anche una costante temperatura dell’acqua, persino durante diversi prelievi contemporanei. Le caldaie a condensazione di questa azienda adeguano automaticamente la propria potenza e i consumi, in base alle effettive esigenze e alla programmazione impostata.

Infine, è utile considerare che la condensazione sfrutta il calore dei gas di scarico, aumentando l’efficienza e riducendo i consumi, e la tecnologia di Junkers Bosch riesce ad usufruire appieno di questa tipologia di funzionamento, proponendo sempre il massimo dei risultati e delle prestazioni da non sottovalutare.

I migliori modelli di caldaie a condensazione Junkers Bosch

Tra i vari prodotti selezionati che potrete trovare su 121Store, il suggerimento è di puntare sulle linee Condens, Cerapur Compact, Cerapur Smart, Cerapur Incasso, Cerapur Balcony, Cerapur Comfort, Cerapur AcuSmart, Cerapur Modul e Cerapur Acu. Ogni linea è dotata di diverse caratteristiche, sia da un punto di vista tecnico che estetico. La maggior parte delle soluzioni sono disponibili nella versione bianca o nera, e presentano sempre una forma compatta e dedita per l’installazione in specifiche posizioni: all’interno o all’esterno, ad incasso o a vista.

Potrete contare sul nostro supporto durante la scelta e richiedere assistenza per risolvere ogni dubbio e conoscere le specifiche caratteristiche di ogni singolo prodotto, potendo così scoprire se si tratta di una scelta ottimale per i vostri ambienti e per le vostre esigenze, oppure no.

Facendo un piccolo riassunto, possiamo dire che la semplicità d’installazione, il facile montaggio anche all’esterno (in zona solo parzialmente protetta) e l’impatto visivo di design uniti a massime qualità in fatto di prestazioni, efficienza e risparmio energetico, sono tutti dettagli che posizionano queste caldaie a condensazione tra le migliori presenti attualmente sul mercato.

post image

I punti di forza dei climatizzatori General Fujitsu

Per vivere in un ambiente sano, con il giusto grado di temperatura, pulizia dell’aria ed umidità, avere un buon climatizzatore è fondamentale. General Fujitsu propone da anni climatizzatori innovativi e di ultima generazione, capaci di soddisfare tutte le vostre esigenze, comprese quelle estetiche, integrandosi perfettamente in ogni ambiente della casa. Li potrete trovare sul nostro store e usufruire dell’esclusiva garanzia di 10 anni, nonché di un’ampia gamma di modelli e soluzioni. Sicuramente, troverete ciò che fa per voi, ma prima scopriamo quali sono i punti di forza dei climatizzatori General Fujitsu… Quali sono le tante buone ragioni per affidarsi a questo marchio?

Tutto quello che ci offrono i sistemi di climatizzazione di questa azienda

Grazie a studi e a ricerche continue, questa realtà aziendale propone sempre delle tecnologie avanzate e delle funzionalità intelligenti, che ci consentono di sfruttare al meglio ogni climatizzatore offerto. Pertanto, uno dei punti di forza della General Fujitsu è senza dubbio quello di riuscire a mettere sul mercato un prodotto che garantisce performance eccellenti, modalità di funzionamento all’avanguardia e una distribuzione ottimale dell’aria.

Grazie all’innovativo sistema Inverter, i climatizzatori General Fujitsu permettono di riscaldare e raffrescare efficacemente qualsiasi stanza, con qualunque condizione atmosferica esterna. Ma non solo: l’aria viene distribuita in maniera costante e uniforme nell’ambiente e, con la modalità Powerful, in soli 20 minuti raggiungerete la temperatura richiesta. Una bella comodità, non credete?

Con il loro design accattivante, compatto e caratterizzato da linee semplici e pulite, i climatizzatori offerti da questa azienda si adattano ad ogni tipo di arredamento… chi l’ha detto che un climatizzatore funzionale non può essere anche esteticamente bello? I prodotti Fujitsu ci rispondono come si deve: si integrano in ogni stanza, in maniera armoniosa e non invasiva.

Risparmio energetico e facilità di utilizzo

I climatizzatori Fujitsu assicurano la massima efficienza, senza però avvalersi di un consumo energetico eccessivo. Permettono di poter contare su un notevole risparmio energetico persino grazie alle cinque regolazioni di potenza, tutte programmabili nell’arco della giornata, e alla funzione di mantenimento della temperatura raggiunta. Grazie al rilevatore di persone, quando non c’è più nessuno nella stanza, la potenza si abbassa automaticamente, offrendo un’ulteriore e concreta riduzione dei consumi.

Ma come si usano i climatizzatori General Fujitsu? Anche su questo, non ci saranno insoddisfazioni: tutti gli apparecchi dell’azienda sono dotati di telecomandi che ci dimostrano che la facilità di utilizzo è uno dei punti di forza dei prodotti del brand. Il controllo del climatizzatore può avvenire anche da remoto, tramite pc, tablet o smartphone, per consentirvi di gestire e controllare il vostro impianto di climatizzazione in ogni momento della giornata e dovunque vi troviate. L’interfaccia è sempre chiara e intuitiva, accompagnata da icone che ne rendono l’utilizzo semplice anche per chi non è amante della tecnologia.

Perciò, abbiamo a che fare con dei sistemi di climatizzazione dell’aria davvero unici, sotto ogni punto di vista. In poche parole, i climatizzatori General Fujitsu sono studiati per rispondere alle nostre esigenze, soddisfare le varie preferenze e migliorare la nostra quotidianità a 360°. Ottimo, non è vero?

post image

Tariffa elettrica D1 e “Pompe di calore”: facciamo chiarezza

Cosa sta accadendo alle tariffe elettriche? Questo se lo chiedono in molti e per questo abbiamo deciso di darvi una risposta. Sappiate innanzitutto che, a partire dal 2017, si stanno verificando delle vere e proprie rivoluzioni nel settore. Questi cambiamenti, riguardanti in particolare la tariffa elettrica D1 e coloro che usano le pompe di calore, spesso non risultano molto chiari agli utenti, che infatti non riescono a capire come divincolarsi in questa situazione. Per fare un po’ di chiarezza, proviamo a spiegare con molta semplicità cosa sta accadendo.

Nuova tariffa elettrica

Le tariffe elettriche alle quali siamo stati abituati a conoscere non esistono più, quindi non ci sarà più la classica suddivisione tariffaria in fasce, quali la D1 utilizzata da clienti domestici che possiedono solo pompe di calore per riscaldare la propria abitazione di residenza; la D2 per residenti con un consumo massimo di 3kW; la D3 per residenti e non residenti che hanno a disposizione una potenza con più di 3kW. La differenza sostanziale tra la tariffa D1 e le altre due tariffe sta nel fatto che la D1 prevede uno stesso prezzo per kWh senza considerare il volume annuo di consumo.

A partire dal 2017, è stata introdotta dalle Autorità una nuova tariffa TD, che dal prossimo 2018 sarà attuata per tutti gli utenti. Essa ingloba tutti i clienti domestici ed è uguale per tutti, ma si differenzia in base alla potenza del contatore. Tutti coloro che successivamente al 1 gennaio 2017 hanno aderito alla tariffa sperimentale D1 passeranno automaticamente alla nuova TD, mentre coloro che pur possedendo come unico strumento di riscaldamento le pompe di calore non hanno aderito alla tariffa D1, avranno momentaneamente un calo del 5% sugli oneri generali di sistema e verranno riassorbiti successivamente.

Quali sono i vantaggi della tariffa elettrica D1?

Ad ogni modo, è utile sapere che la tariffa sperimentale D1 è ancora accessibile a coloro che per riscaldare la propria abitazione utilizzano esclusivamente pompe di calore, installate dopo il primo gennaio 2008. Generalmente, i consumi elettrici delle pompe di calore sono elevati nel corso dell’anno. Per questo serve una buona tariffa adatta alle esigenze familiari e quindi proporzionale ai consumi risulta molto conveniente.

La tariffa D1 appare molto conveniente a chi dispone di un contatore di 3kW e consuma circa 4500kWh all’anno. Essa inoltre è molto vantaggiosa per coloro che si allacciano ad un unico contatore con potenza superiore ai 3 kW e consuma pressappoco 800 kWh l’anno. Chi decidesse di attivare la tariffa D1 può tranquillamente rivolgersi al proprio rifornitore elettrico, il quale provvederà entro 14 giorni al cambio tariffa, che sarà in atto a partire dal mese successivo.

I gestori che applicano questa tariffa elettrica sono: Illumia; Enel Energia; Iren; Heracomm e Edison. Per quanto riguarda le modalità di adesione, generalmente se non si effettuano altre modifiche, non ha nessun costo. Prima di scegliere il fornitore di energia elettrica è bene informarsi sulle condizioni e promozioni che ciascuno di essi propone.