Tag : pompa-di-calore

post image

Coibentazione e isolamento termico delle pareti: molto importanti!

Avete mai sentito parlare di coibentazione e isolamento termico delle pareti? Sicuramente sì, e oggi vi parleremo della loro importanza. Infatti, queste ottimizzazioni, da effettuare all’interno di un immobile, consentono a ogni vostro acquisto per quanto riguarda il riscaldamento e il raffrescamento dell’ambiente di risultare ancor più performante, riducendo ulteriormente i consumi e le relative spese. In pratica, grazie alla coibentazione e all’isolamento termico delle pareti, potrete acquistare la migliore pompa di calore e/o il più innovativo climatizzatore (come quelli che troverete sul nostro store!) e contare su tanti benefici e vantaggi in più. Detto questo, andiamo a vedere di cosa stiamo parlando, analizzando la coibentazione e l’isolamento termico nel dettaglio.

Con che tipo di intervento abbiamo a che fare?

L’isolamento termico delle pareti interne di un edificio viene chiamato anche coibentazione termica e si presenta come un’operazione che, una volta portata a termine, permette di mantenere costante la temperatura presente all’interno dell’immobile: d’estate mantiene il calore all’esterno e d’inverno lo mantiene all’interno. Insomma, è proprio quello che serve per evitare di disperdere energia e di sovraccaricare il lavoro di riscaldamenti e sistemi di climatizzazione.

Avvalersi della coibentazione e dell’isolamento termico delle pareti aiuta quindi ad abbattere i costi e a risparmiare sulle bollette dell’energia elettrica, in qualunque periodo dell’anno. Inoltre, si tratta di un lavoro che può essere eseguito in modo rapido, ma soprattutto economico. È un intervento non invasivo che può davvero fare la differenza non solo in termini di costi, ma persino per quanto riguarda la temperatura e i conseguenti livelli di comfort constatati all’interno degli ambienti, che possono migliorare la nostra quotidianità in maniera notevole.

Nella maggior parte dei casi, viene inserita una speciale schiuma poliuretanica all’interno di una specifica intercapedine collocata nella parete. Quando è presente questa intercapedine, è possibile effettuare la procedura. Verranno fatti dei fori nelle mura a cassa vuota, all’interno dei quali verrà insufflata la schiuma. Quest’ultima si solidificherà in breve tempo, diventando uno strato resistente e, soprattutto, ottimale da un punto di vista dell’isolamento termico.

 

coibentazione pareti e isolamento termico

 

Altre informazioni da non sottovalutare quando si tratta di coibentazione e isolamento termico delle pareti

Ogni professionista sa come eseguire validi interventi di coibentazione e isolamento termico delle pareti, basandosi sulla propria esperienza, su determinati prodotti e sulla specifica conformazione dell’edificio. Le pareti da isolare sono in particolare quelle degli immobili datati e per eseguire l’operazione sarà appunto necessario che le pareti interne abbiano un’intercapedine vuota dentro di esse. Trattandosi di un intervento interno, non sarà necessario avvalersi di un’autorizzazione comunale o di mettersi d’accordo con gli altri condomini (se presenti). Inoltre, non si dovrà aspettare tanto: molte aziende eseguono i lavori in un solo giorno lavorativo.

Insomma, gli interventi per la coibentazione e l’isolamento termico delle pareti sono davvero utili, permettono di risparmiare e di usufruire di un elevato comfort, nonché di un’ottimizzazione delle performance degli apparecchi per il riscaldamento e il raffrescamento dell’aria. Pertanto, in alcune situazioni, è davvero necessario prenderli in considerazione. Inoltre, trattandosi di un intervento di riqualificazione energetica, si potrà contare su una detrazione fiscale pari al 65%.

post image

Perché scegliere la pompa di calore?

Tra le novità relative agli impianti di riscaldamento e condizionamento sono sempre più diffusi nuovi tipi di impianti basati sul sistema della “pompa di calore“. Questa è una soluzione che consente di ottenere una serie di vantaggi e che sta diventando nel corso degli anni sempre più apprezzata e utilizzata per garantire un adeguato comfort paragonabile ai tradizionali sistemi di combustione e, nel contempo, un buon risparmio dal punto di vista economico e soprattutto energetico.

Le pompe di calore offrono inoltre la possibilità di ottenere una “casa ecosostenibile”, aumentando di non poco il valore dell’immobile, che potrà ottenere in breve tempo una notevole rivalutazione. Ma come funziona questo impianto e perché è consigliabile realizzare un sistema di riscaldamento basato sulla pompa di calore?

La pompa di calore e il suo funzionamento: bassi consumi e un sistema versatile

La pompa di calore è un sistema termico che è in grado di trasferire il calore da una sorgente con bassa temperatura, come per esempio acqua, terreno o aria, verso una sorgente a temperatura più alta. In poche parole, a seconda del tipo di riscaldamento, la pompa estrae il calore da fonti naturali e lo trasferisce all’interno degli ambienti procurando una temperatura idonea.

La pompa di calore è basata su un tipo di funzionamento che consuma meno energia rispetto a un tradizionale sistema di riscaldamento e, inoltre, è molto versatile ed ecosostenibile e consente di ottenere sia caldo che freddo: può essere abbinata sia a un impianto di riscaldamento che di raffreddamento, contribuendo alla produzione di acqua calda sanitaria.

In pratica, si tratta di una soluzione assolutamente conveniente e intelligente. È persino facile da installare e offre un adeguato comfort accompagnato da un notevole rapporto qualità-prezzo. Oltre che per le nuove costruzioni, la pompa di calore è consigliata anche nel caso di ristrutturazioni e in situazioni di spazi ridotti.

Un sistema conveniente e vantaggioso

Una serie di vantaggi che dovrebbero indurre ogni utente a sostituire il sistema tradizionale di riscaldamento con la pompa di calore, possono essere concretizzati in alcuni principali elementi:

  • una migliore efficienza energetica,
  • una riduzione di consumi energetici e di emissioni di CO2,
  • una sensibile riduzione dei fattori di rischio e uno standard di sicurezza maggiore.

La flessibilità è un altro degli aspetti che non possiamo sottovalutare: una pompa di calore è capace di rispondere alle diverse esigenze, trasformandosi in un perfetto sistema di raffrescamento/riscaldamento per tutti. A questi aspetti si abbina la convenienza economica di un impianto che, a fronte dell’investimento iniziale, proporrà sempre una grande resa energetica e costi di gestione e manutenzione contenuti, che si tramuteranno ben presto in un notevole risparmio nel tempo.

In definitiva, si può sostenere che la pompa di calore è un sistema assolutamente ottimale ed efficace sotto vari punti di vista, sia per la climatizzazione degli ambienti che per la produzione di acqua calda. Su 121Store troverete una sezione dedicata alle pompe di calore delle migliori marche: Daikin, Hitachi, Olimpia Splendid, Samsung, Mitsubishi e Junkers. Qualità e ottimali performance vi aspettano!

post image

Pompe di calore: cosa sono e a cosa servono

La pompa di calore è una macchina che serve a trasferire energia termica da un ambiente freddo (o sorgente fredda) verso un’altra che ha una temperatura più alta. Può essere attivata in diversi modi e, generalmente, funziona grazie all’energia elettrica, ma non sono rari i casi in cui si utilizza energia meccanica o comunque altre fonti. Le pompe di calore possono essere abbinate poi ad altri elettrodomestici.

Come funziona una pompa di calore

La pompa di calore è composta da quattro parti, ovvero condensatore, valvola di laminazione, evaporatore e compressore, che funzionano in sequenza secondo un ciclo specifico. All’interno dell’evaporatore, il fluido presente viene portato allo stato di evaporazione. Nel compressore viene appunto compresso fino a creare energia termica. A questo punto, entra in gioco il condensatore, che libera l’energia termica ottenuta nel compressore in forma di calore (riscaldamento). Nel processo di liberazione dell’energia, questa viene riporta a stato liquido. Infine, la valvola di laminazione rimanda il liquido all’evaporatore, riavviando il ciclo. Il fulcro sta insomma nel condensatore, che serve a liberare energia termica, riscaldando quindi l’ambiente in cui ci si trova.

A cosa servono le pompe di calore?

Il ciclo della pompa di calore è invertibile. Ossia, può funzionare sia per emettere aria calda all’interno di un ambiente che per emetterla all’esterno. In inverno, o comunque nei mesi freddi dell’anno, la pompa di calore prende dall’ambiente esterno il calore contenuto nell’aria, nell’acqua o nel suolo. Tramite il ciclo appena esaminato, riemette quindi calore all’interno dell’ambiente domestico, aumentandone ulteriormente la temperatura.

Nei periodi caldi dell’anno, la funzione si inverte: la pompa di calore può prendere il calore dall’ambiente interno e rimandarlo verso l’esterno (cosa che appunto fa il condizionatore) raffreddando l’ambiente. Oltre a questo, la pompa di calore ha altri utilizzi, visto che si può legare ad altri elettrodomestici. Alcune pompe di calore contengono dei serbatoi di accumulo in cui c’è acqua che viene riscaldata, funzionando in modo simile a una caldaia, ma con un minor consumo di energia, garantendo perciò persino un maggiore rispetto per l’ambiente tramite il suo utilizzo.

 

 

 

Per valutare la resa delle pompe di calore, si confronta energia elettrica utilizzata e calore fornito, un confronto che si ottiene tramite il COP (Coefficiente di Prestazione). Per intendersi, in un ambiente di circa 10 gradi, il COP è compreso fra 3 e 4. Con temperature al di sotto dei 5 gradi, il COP diminuisce drasticamente. Pertanto, prima di acquistare di una pompa di calore bisogna valutare bene quali sono le condizioni ambientali in cui lo si va ad installare, ovvero il clima della propria area geografica.

Le pompe di calore aria-acqua

Al momento, è possibile acquistare delle pompe di calore aria-acqua, che si rivelano molto più innovative di quelle tradizionali, proponendo un’efficiente climatizzazione delle abitazioni, senza la necessità di utilizzare gas metano o GPL, come avviene invece nei sistemi tradizionali con caldaie. In questo caso, la pompa potrà estrarre calore dall’aria esterna e utilizzarlo per l’emissione all’interno dell’immobile e per la produzione di acqua calda sanitaria, anche con temperature esterne molto basse.

I nuovi modelli possono riscaldare fino a 250mq, proporre un risparmio fino al 66% rispetto ai combustibili classici e garantire costantemente un’elevata efficienza. Potrete trovare tantissime pompe di calore sul nostro store: avrete l’imbarazzo della scelta e tanti vantaggi da non sottovalutare!