Tag : genera-calore-e-fresco

post image

Pompa di calore aria aria, vantaggi e svantaggi

La pompa di calore aria aria è un dispositivo termoregolatore economico ed ecologico. Infatti, funziona tramite aria ed acqua, due energie rinnovabili e non inquinanti. Ma quando dovremmo installarne uno in casa nostra? Per rispondere a questa domanda, scopriamo le caratteristiche principali di questo dispositivo e facciamo un po’ di chiarezza a riguardo.

Cos’è esattamente una pompa di calore aria aria?

Come vi abbiamo anticipato, si tratta di un dispositivo termoregolatore, che d’inverno produce calore e d’estate produce fresco. Funziona grazie a un compressore, un condensatore e un fluido termovettore. Preleva aria o acqua dall’ambiente che, a contatto col fluido, diventa gas. Questo gas viene pressurizzato dal compressore e questo processo genera calore o fresco, a seconda dell’opzione impostata.

Il calore o l’aria fresca vengono diffusi nell’ambiente, il fluido ritorna allo stato liquido e tutto il ciclo riparte dall’inizio. È un sistema climatizzante molto efficiente, soprattutto se non si vive in zone estremamente fredde o caratterizzate da inverni particolarmente rigidi. Può essere tuttavia potenziato da un generatore e offrire un riscaldamento più adeguato, ma in alcuni casi (come vedremo più avanti) questo non basta.

Quali vantaggi offre la pompa di calore aria aria?

I vantaggi di questo sistema di regolazione termica sono molti e ve ne illustriamo alcuni tra i più interessanti:

– Si tratta di un sistema ecologico che sfrutta energie alternative. Questo lo fa rientrare nella Legge di Stabilità 2017/2018 e nel progetto EcoBonus: se installerete una pompa di calore aria aria entro il 31-12-2018, vi verrà riconosciuto uno sgravio fiscale del 50%. Per l’anno prossimo, ci saranno certamente altri incentivi da non sottovalutare.

– Grazie a questo dispositivo, si risparmia sulla bolletta. Il calcolo approssimativo, per un appartamento standard di circa 100 mq, è di un risparmio di oltre 500 euro l’anno per le spese di energia elettrica.

– Con un solo dispositivo si ottengono due funzioni: calore d’inverno e fresco d’estate.

– Questo sistema non inquina: se non inquina l’aria esterna non inquina nemmeno l’aria delle vostre case, regalandovi così un ambiente domestico più salubre e sano.

Gli svantaggi della pompa di calore aria aria

La scelta di installare un termoregolatore aria aria va fatta secondo le specifiche esigenze e le caratteristiche soggettive dell’ambiente. Infatti, uno dei principali svantaggi dati dalla scelta di questi dispositivi è che, se fa davvero molto freddo, si riduce la loro efficacia e non bastano a diffondere calore sufficiente. Sono quindi consigliati nelle zone con un clima piuttosto mite, dove gli inverni non raggiungano temperature molto al di sotto dello zero (a -15 gradi si spengono completamente, in quanto non riescono a funzionare).

Altri aspetti da valutare sono:

– la necessità di dover rifunzionalizzare l’impianto elettrico, per potenziarlo e permettergli di supportare sia il termoregolatore che il resto degli elettrodomestici.

– questo sistema va abbinato ad un metodo tradizionale di riscaldamento dell’acqua, quindi dovrete installare anche una caldaia e/o collegarlo ad essa.

In conclusione, se non abitate in zone climatiche troppo fredde, la scelta di scaldare o rinfrescare la vostra casa con una pompa di calore aria aria può essere un’ottima idea, che vi farà risparmiare in bolletta e contribuirà ad alleggerire l’impatto inquinante. Inoltre, l’installazione è semplice e poco invasiva, i prezzi contenuti e si tratta di impianti che durano nel tempo, garantendo validi livelli di efficienza per molti anni.