Tag : climatizzatore

post image

Climatizzatori e tecnologia inverter: cos’è e come funziona

L’estate è per moltissime persone la stagione più bella: viaggi, mare, ferie e sole a non finire. Spesso e volentieri, però, il caldo estivo può diventare veramente sfiancante e insopportabile, al punto di rendere una casa inabitabile. Esistono molti trucchi per rendere una casa più fresca, ma nulla può funzionare bene quanto un buon climatizzatore. Tra i prodotti più ottimali e di ultima generazione, ci sono i climatizzatori a tecnologia inverter. Di cosa si tratta? Come funzionano?

Le principali caratteristiche della tecnologia inverter

I climatizzatori di ultima generazione sfruttano un’interessante tecnologia, che prende il nome di “tecnologia inverter”. I climatizzatori con tecnologie tradizionali lavorano con un meccanismo che viene definito “a potenza erogata”. Questo significa che sono in grado di regolare la temperatura dell’ambiente mediante la modalità di accensione\spegnimento del compressore, con un semplice sistema on-off.

Al contrario, un condizionatore inverter di ultima generazione usufruisce di una potenza erogata variabile, che cambia in funzione della temperatura degli spazi da rinfrescare. In pratica, questi innovativi climatizzatori percepiscono la temperatura presente nell’ambiente e regolano automaticamente la quantità di aria fredda immessa nei nostri ambienti casalinghi e/o lavorativi.

L’inverter rende il climatizzatore anche molto più silenzioso dei condizionatori tradizionali, garantisce comfort maggiore e più precisione per quanto riguarda la temperatura.

I vantaggi offerti dalla tecnologia inverter

Quali pregi hanno i climatizzatori inverter? Alcuni ve li abbiamo appena elencati. Tuttavia, non finisce qui. Infatti, c’è da dire che, al contrario dei climatizzatori canonici, quelli di cui parliamo oggi sono più rispettosi nei confronti dell’ambiente. Assicurano un minor dispendio energetico e inquinano molto meno rispetto ai modelli meno recenti.

Tutto questo si traduce inoltre in consumi ridotti e quindi in bollette più basse! Grazie alla tecnologia inverter, questi elettrodomestici si rivelano anche più intelligenti e non dovrete costantemente accenderli e spegnerli: una volta impostati, saranno praticamente autonomi.

Si tratta di prodotti moderni in tutto e per tutto

Infine, è da considerare che, trattandosi di apparecchi moderni, anche il design non delude. Pertanto, è possibile trovare modelli di varie tipologie, adatti ad ogni tipo di contesto e arredamento. In alcuni casi, si possono trovare climatizzatori di colore nero, che si riveleranno senz’altro più accattivanti e particolari di quelli caratterizzati dalla classica colorazione bianca.

Alcuni modelli offriranno altresì molte altre tecnologie e caratteristiche eccellenti, come il controllo da remoto tramite app, la funzione di deumidificazione e molto altro. Quindi… a voi la scelta!

Climatizzatori a tecnologia inverter: dove trovarli e come scegliere i migliori

La nostra azienda si occupa da molti anni delle migliori tecnologie, in particolare di quelle in grado di riscaldare e raffreddare gli ambienti. Garantiamo tanta professionalità e la possibilità di poter scegliere tra una vasta gamma di prodotti di altissima qualità.

Tra questi troverete chiaramente anche i climatizzatori a tecnologia inverter. Perciò, vi suggeriamo di dare un’occhiata alle nostre sezioni dedicate alla climatizzazione residenziale e a quella commerciale. All’interno delle nostre pagine troverete solamente i migliori marchi nel settore, come Daikin e LG. Per qualunque dubbio, non esitate a contattarci!

post image

I nuovi climatizzatori da prendere in considerazione

Il periodo estivo, da sempre più felice e spensierato di quello invernale, presenta un solo grande problema: il caldo eccessivo. Se anche a voi è capitato di ritornare in una casa calda e inospitale, sappiate che è finalmente giunto il momento giusto per dire basta. La tecnologia e OnetoOne Store arrivano in vostro soccorso con tantissimi modelli di climatizzatori fissi dedicati all’ambiente domestico e residenziale.

Con noi avrete a disposizione oltre seicento modelli tra cui potrete trovare la soluzione perfetta per soddisfare le vostre esigenze. Questi apparecchi vi permetteranno di tenere sotto controllo il filtraggio e la qualità dell’aria, la temperatura e il consumo energetico. Tra l’altro, la vostra propensione alla domotica potrà essere soddisfatta tramite unità capaci di interfacciarsi con la rete Wi-Fi e controllabili da smartphone e tablet.

Inoltre, OnetoOne store offre prezzi competitivi, pagamenti sicuri e rateizzabili, garanzie esclusive, il supporto per la richiesta delle agevolazioni fiscali, la consegna a domicilio e il montaggio in ogni regione d’Italia.

Le nuove proposte: i climatizzatori per la vostra estate

Sia che vogliate installare la vostra prima unità che rinnovare il vostro impianto, dovreste sapere che il nostro store ha da poco ampliato la sua offerta. Ad esempio, segnaliamo il Multi Split DAIKIN serie BLUEVOLUTION modello EMURA, classe energetica A+++, disponibile sia in colorazione silver che bianca.

Questa unità sarà disponibile in un conveniente pacchetto che offrirà tre climatizzatori interni a parete da 7.000 BTU e un motore esterno da 19.000 BTU. Ogni unità è dotata di un comodo telecomando, è capace di interfacciarsi alla rete Wi-Fi e viene garantita per dieci anni. Questo pacchetto è disponibile con unità di diversa potenza che saranno capaci di rinfrescare rapidamente una metratura più ampia.

Design e funzionalità uniche

Se invece aveste bisogno di rinfrescare un numero maggiore di stanze, rimanendo sempre all’interno della classe energetica A+++, potreste scegliere un prodotto PentaSplit sempre della casa Daikin e della serie BLUEVOLUTION, ovvero il modello FTXM-N. Questo viene offerto in un pacchetto che prevede cinque unità da 7.000+7.000+12.000+18.000+24.000 BTU, che vi permetteranno di rinfrescare senza sforzo ambienti dai 20 ai 70 metri quadrati.

Oltre al design accattivante, l’ondulato climatizzatore bianco offre l’interfaccia Wi-Fi e telecomandi per le singole unità, utilizza il gas R32 e una pompa di calore che abbattono significativamente emissioni e consumi. Presenta una compatta unità esterna ed è coperto da garanzia decennale. Anche per questo modello sono disponibili molteplici offerte che prevedono componenti di diversa potenza. Sono adatti a metrature più ampie o più contenute, e un numero di climatizzatori variabile capace di adattarsi alle vostre esigenze.

Altre soluzioni da valutare

Se invece desideraste comprare unità singole, vi segnaliamo i modelli HITACHI della serie PERFORMANCE, classe energetica A++. Con la loro potenza di 7000 BTU riescono a portare refrigerio negli spazi più intimi, offrendo il vantaggio di una componentistica esterna dalle dimensioni compatte e un telecomando leggibile e di design.

Infine, segnaliamo il climatizzatore DAIKIN FTXF50A/RXF50A della serie SENSIRA, capace sia di condizionare (classe energetica A++) che riscaldare (A+) gli ambienti, erogando una potenza di 18.000 BTU che lo rende perfetto per spazi da 60 metri quadrati. Questo silenziosissimo apparecchio è dotato di un pannello frontale bianco opaco.

Grazie all’utilizzo del gas refrigerante R32 e alla modalità INVERTER, si rivela in grado di ridurre le emissioni del 68% – rispetto ai suoi competitor – riducendo significativamente anche i consumi. Che ne dite allora… siete pronti per trovare i climatizzatori perfetti per voi?

post image

È arrivato il momento di pulire i filtri del climatizzatore!

Con l’arrivo della bella stagione, arriva anche il momento di pulire i filtri del climatizzatore. Infatti, fra qualche tempo si comincerà ad accendere l’aria condizionata, ed è bene che i filtri siano puliti, sia per il corretto funzionamento dell’apparecchio che per la nostra salute.

Abbiamo già parlato di questa particolare operazione, ma oggi abbiamo deciso di riparlarvene proprio perché è tempo di pulizie di primavera. Sicuramente, la pulizia dei filtri non va sottovalutata. Ecco cosa dovreste sapere a riguardo.

Ogni quanto bisogna pulire i filtri del climatizzatore?

Di solito, negli split piccoli o medi che si trovano nelle case, i filtri vanno puliti almeno una volta, prima dell’accensione annuale. Se fosse possibile, sarebbe opportuno incrementare la frequenza della pulizia, effettuandola saltuariamente persino durante il periodo di accensione. In questo modo, si potrà permettere all’unità di filtrare perfettamente l’aria e di offrire performance eccellenti.

I mesi primaverili si presentano come il momento giusto per pulire i filtri del climatizzatore. Al massimo, potrete rimandare questo compito a qualche giorno prima dell’accensione. Tuttavia, ricordate che il caldo può arrivare quando meno ce l’aspettiamo. Perciò, è bene non farsi trovare impreparati.

Perché pulire i filtri?

In primo luogo, perché si tratta di un’operazione molto semplice. Sarà sufficiente togliere i filtri presenti nel vostro climatizzatore, pulirli e farli asciugare. In ogni caso, troverete le indicazioni sul libretto di istruzioni. Se stiamo parlando di una cosa da poco, perché rischiare di ridurre le prestazioni dell’elettrodomestico? È meglio darsi da fare, non siete d’accordo?

Inoltre, come anticipato, è anche una questione di salute. Infatti, in questi filtri si annidano molti batteri, che possono mettere in pericolo il nostro organismo. Basta pensare alle condizioni climatiche del periodo in cui viene utilizzato il climatizzatore: il caldo e l’umidità sono il terreno migliore per la proliferazione dei batteri dannosi per la salute. Tra questi, si trova la Legionella Pneumophia, la causa di molti disturbi e di alcune malattie legate all’apparato respiratorio.

Come potete pulire i filtri del climatizzatore nel modo giusto?

Adesso, vediamo nel dettaglio quali sono le indicazioni da seguire, per gran parte dei prodotti sul mercato. Prima di tutto procuratevi il libretto d’istruzioni e cercate le indicazioni per smontare correttamente i filtri. Staccate la presa della corrente prima di procedere; poi smontate i filtri e procedete alla pulizia.

Potete usare il getto d’aria di un compressore o il getto della doccia. Meglio evitare l’utilizzo dell’asciugacapelli: è molto meglio l’aspirapolvere. Sappiate che per pulire i filtri del climatizzatore non è obbligatorio utilizzare prodotti specifici. Se però volete farlo, chiedete consiglio a un esperto.

Ricordate di aspettare che i filtri siano perfettamente asciutti prima di rimetterli al loro posto. In seguito, ricollegate la corrente e godetevi il fresco del vostro climatizzatore!

 

Quando chiedere l’intervento di un’azienda specializzata?

Se ci sono delle esigenze o se si verificano situazioni particolari, come ad esempio la presenza di muffa, cattivi odori, batteri o legionella, si devono utilizzare prodotti specifici per evitare il loro diffondersi. Questi prodotti devono essere usati da persone qualificate. In questa eventualità, sarà quindi necessario rivolgersi a una ditta che esegua questo tipo di lavori.

A questo punto, avete tutte le informazioni che vi servono per pulire i filtri del climatizzatore. In caso decideste di acquistare un modello nuovo, non esitate a dare un’occhiata al nostro store!

post image

Climatizzatori portatili, funzionali e interessanti

Scegliere un buon impianto di climatizzazione non è una cosa semplice, soprattutto se non si conoscono bene i dispositivi in questione… e ce ne sono tanti! Tra i diversi tipi di climatizzatori, una soluzione funzionale e interessante è rappresentata proprio dai climatizzatori portatili. Ci avevate mai pensato?

Prima di vedere le caratteristiche di questi apparecchi, analizziamo le proprietà che ogni buon impianto di climatizzazione dovrebbe possedere.

Le proprietà di un buon impianto di climatizzazione

Ogni climatizzatore, che sia portatile oppure no, per essere considerato buono deve presentare tre caratteristiche principali, che possiamo riassumere in tre parole: potenza, silenziosità ed efficienza.

  • Per calcolare il livello di potenza necessaria per riscaldare o rinfrescare un determinato ambiente, bisogna moltiplicare i metri quadri per 300 o 350. Il risultato sarà la potenza da ricercare. Per fare un esempio, una stanza di 20 metri quadri avrà bisogno di un condizionatore con potenza di 6-7mila BTU.

 

  • La silenziosità del dispositivo, espressa in decibel, è decisamente importante. Durante il suo funzionamento, un climatizzatore – portatile e non – non dovrebbe emettere un rumore troppo fastidioso e assordante.

 

  • Una buona efficienza energetica garantisce bassi consumi e un consistente risparmio in bolletta. Tra le migliori classi energetiche vanno annoverate la A+++, la A++ e la A+.

È bene ricordare che, oltre ad offrire il riscaldamento della temperatura dell’ambiente interno in inverno e il raffreddamento in estate, gli impianti di ultima generazione, depurano l’aria dai cattivi odori e la deumidificano. Questo li rende ancor più funzionali e in grado di soddisfare le nostre esigenze.

I vantaggi dei climatizzatori portatili

Gli importanti dettagli espressi finora vi aiuteranno a selezionare il miglior climatizzatore portatile. Ma quali sono le positive conseguenze dell’acquisto di questo prodotto? Tra le varie alternative proposte dal mercato, questo apparecchio rappresenta una soluzione funzionale e interessante, che propone numerosissimi vantaggi.

In primo luogo, è utile sapere che, in genere, i condizionatori e i climatizzatori portatili permettono di direzionare il getto d’aria esclusivamente verso l’alto o verso il basso oppure in entrambe le direzioni. Sono composti da un’unità interna e possono essere spostati in base alle esigenze, nonché messi da parte nei periodi di inutilizzo.

Gli apparecchi più moderni hanno la capacità di far circolare uniformemente l’aria e di tenere sotto controllo la temperatura, ma anche di spegnersi in modo automatico. Anche per quanto riguarda questi modelli, è importante la pulizia dei filtri, che permetterà loro di durare più a lungo e di garantire una maggiore efficienza.

Le nostre conclusioni e le soluzioni di 121Store

Come avrete compreso, i climatizzatori portatili rappresentano la perfetta sintesi tra efficienza, funzionalità e risparmio. Inoltre, non necessitano di una particolare installazione e, dopo pochi minuti di accensione, possono già fare la differenza. Troverete numerose soluzioni all’interno del nostro store.

Abbiamo selezionato per voi uno dei migliori marchi: Olimpia Splendid. Quest’ultimo, leader nel settore della climatizzazione, garantisce qualità, efficienza energetica e prestazioni ottimali, nonché importanti livelli di comfort. Tra i modelli dell’azienda, potrete certamente trovare quello migliore per voi e per i vostri ambienti, e usufruire di un piano rateale a interessi zero e di un’esclusiva garanzia decennale. Non esitate a contattarci per maggiori informazioni!

post image

Coibentazione e isolamento termico delle pareti: molto importanti!

Avete mai sentito parlare di coibentazione e isolamento termico delle pareti? Sicuramente sì, e oggi vi parleremo della loro importanza. Infatti, queste ottimizzazioni, da effettuare all’interno di un immobile, consentono a ogni vostro acquisto per quanto riguarda il riscaldamento e il raffrescamento dell’ambiente di risultare ancor più performante, riducendo ulteriormente i consumi e le relative spese. In pratica, grazie alla coibentazione e all’isolamento termico delle pareti, potrete acquistare la migliore pompa di calore e/o il più innovativo climatizzatore (come quelli che troverete sul nostro store!) e contare su tanti benefici e vantaggi in più. Detto questo, andiamo a vedere di cosa stiamo parlando, analizzando la coibentazione e l’isolamento termico nel dettaglio.

Con che tipo di intervento abbiamo a che fare?

L’isolamento termico delle pareti interne di un edificio viene chiamato anche coibentazione termica e si presenta come un’operazione che, una volta portata a termine, permette di mantenere costante la temperatura presente all’interno dell’immobile: d’estate mantiene il calore all’esterno e d’inverno lo mantiene all’interno. Insomma, è proprio quello che serve per evitare di disperdere energia e di sovraccaricare il lavoro di riscaldamenti e sistemi di climatizzazione.

Avvalersi della coibentazione e dell’isolamento termico delle pareti aiuta quindi ad abbattere i costi e a risparmiare sulle bollette dell’energia elettrica, in qualunque periodo dell’anno. Inoltre, si tratta di un lavoro che può essere eseguito in modo rapido, ma soprattutto economico. È un intervento non invasivo che può davvero fare la differenza non solo in termini di costi, ma persino per quanto riguarda la temperatura e i conseguenti livelli di comfort constatati all’interno degli ambienti, che possono migliorare la nostra quotidianità in maniera notevole.

Nella maggior parte dei casi, viene inserita una speciale schiuma poliuretanica all’interno di una specifica intercapedine collocata nella parete. Quando è presente questa intercapedine, è possibile effettuare la procedura. Verranno fatti dei fori nelle mura a cassa vuota, all’interno dei quali verrà insufflata la schiuma. Quest’ultima si solidificherà in breve tempo, diventando uno strato resistente e, soprattutto, ottimale da un punto di vista dell’isolamento termico.

 

coibentazione pareti e isolamento termico

 

Altre informazioni da non sottovalutare quando si tratta di coibentazione e isolamento termico delle pareti

Ogni professionista sa come eseguire validi interventi di coibentazione e isolamento termico delle pareti, basandosi sulla propria esperienza, su determinati prodotti e sulla specifica conformazione dell’edificio. Le pareti da isolare sono in particolare quelle degli immobili datati e per eseguire l’operazione sarà appunto necessario che le pareti interne abbiano un’intercapedine vuota dentro di esse. Trattandosi di un intervento interno, non sarà necessario avvalersi di un’autorizzazione comunale o di mettersi d’accordo con gli altri condomini (se presenti). Inoltre, non si dovrà aspettare tanto: molte aziende eseguono i lavori in un solo giorno lavorativo.

Insomma, gli interventi per la coibentazione e l’isolamento termico delle pareti sono davvero utili, permettono di risparmiare e di usufruire di un elevato comfort, nonché di un’ottimizzazione delle performance degli apparecchi per il riscaldamento e il raffrescamento dell’aria. Pertanto, in alcune situazioni, è davvero necessario prenderli in considerazione. Inoltre, trattandosi di un intervento di riqualificazione energetica, si potrà contare su una detrazione fiscale pari al 65%.

post image

La scelta della potenza del climatizzatore

Se siete alla ricerca di un nuovo climatizzatore per la vostra casa, ciò che dovrete tenere in considerazione è sicuramente la potenza necessaria: l’apparecchio dev’essere effettivamente in grado di raffreddare o riscaldare al meglio le vostre stanze. Ecco, quindi, i nostri suggerimenti per la scelta della potenza del climatizzatore.

Primo dettaglio da considerare: il BTU

Prima di iniziare a capire quale sia la potenza di cui avete bisogno per i vostri locali, è bene chiarire che la scelta va fatta in termini di BTU.

I BTU, acronimo di British Thermal Unit, sono l’unità di misura usata per indicare la potenza di refrigerazione e di riscaldamento da parte di un climatizzatore o condizionatore. Quindi, più BTU vengono indicati sulla scheda tecnica del climatizzatore maggiore sarà l’area che riuscirà a raffreddare o riscaldare.

Ciò che vi consigliamo di fare prima di acquistare un nuovo climatizzatore è, appunto, verificare le caratteristiche presenti nella scheda tecnica del dispositivo. In quest’ultima, tra le varie caratteristiche, potremmo trovare dettagli come il controllo remoto tramite smartphone o tablet, la presenza filtri anti-odore, la classe energetica del prodotto e tante altre caratteristiche. Il numero relativo al BTU è il dato più importante. Ovviamente, anche la classe energetica lo è ma, al momento, è quasi scontato trovare elettrodomestici sviluppati per assicurare bassi consumi.

Come valutare se la potenza del climatizzatore è idonea agli ambienti in cui andrà installato?

A questo punto, sarà di fondamentale importanza conoscere la grandezza delle stanze che il sistema dovrà riscaldare o raffreddare. Dopo aver preso nota di quanto sono grandi i vostri locali in metri quadrati, potrete calcolare i BTU necessari attraverso questa semplicissima formula matematica:

340 BTU/h x (metri quadrati).

Quindi, se per esempio, la vostra stanza ha una grandezza di 15 mq, avrete bisogno di un climatizzatore che abbia una potenza di almeno 5100 BTU/h.

Di seguito vi riportiamo alcuni parametri orientativi a cui potrete fare riferimento:

  • per 20 metri quadrati BTU stimati 6.000
  • per 30 metri quadrati BTU stimati 10.200
  • per 40 metri quadrati BTU stimati 13.600
  • per 50 metri quadrati BTU stimati 17.000

Altri dettagli da non sottovalutare nella scelta della potenza di un climatizzatore

Per scegliere in maniera più precisa la potenza del vostro nuovo climatizzatore, però, vi consigliamo di tener conto di altri parametri, che potrebbero altresì influenzare la climatizzazione delle vostre stanze. Come abbiamo già visto la metratura dall’ambiente è un dato fondamentale, ma non l’unico: avrete bisogno di considerare anche la superficie e le esposizioni di finestre e pareti, la presenza o meno di un eventuale isolamento termico, il numero di persone che abitano i locali, la quantità della mobilia e degli elettrodomestici presenti nelle stanze, e anche il tipo di illuminazione.

Con questi riferimenti, potrete certamente fare la scelta più giusta per voi. In seguito, potrete scegliere tra diverse tipologie di sistemi, monosplit o multisplit, in base al numero di unità di cui necessitate. Ad ogni modo, potrete richiedere la nostra assistenza e un valido supporto durante la scelta. Dopodiché, potrete trovare il prodotto ideale numerosi modelli di climatizzatori, sia residenziali che commerciali, tra i migliori presenti sul mercato (Daikin, Hitachi, Olimpia Splendid, Samsung, Hermann S.D., Toyotomi, Mitsubishi, LG, General Fujitsu, Innova), e contare su un’esclusiva garanzia di ben 10 anni.