Tag : classe-energetica

post image

Climatizzatore senza unità esterna: pro e contro

State pensando di acquistare un buon climatizzatore? Se avete risposto di sì, sicuramente vorrete sapere tutto a riguardo. Per soddisfare questa esigenza, oggi vi parliamo di una particolare opzione: l’acquisto di un climatizzatore senza unità esterna. Quali vantaggi comporta l’uso di questo apparecchio? Ci sono svantaggi da valutare? In questo articolo andremo a scoprire tutti gli importanti dettagli che riguardano questo tipo di elettrodomestico.

Le principali caratteristiche di questi prodotti

Nei periodi abbastanza caldi, in cui l’afa è insopportabile, è fondamentale avere un buon climatizzatore al quale affidarsi per poter rinfrescare l’ambiente. In commercio sono presenti diversi modelli, che sono mirati a soddisfare le vostre esigenze in base alle opzioni e modalità impostate. Il climatizzatore senza unità esterna è senz’altro uno di questi.

Si tratta di una scelta molto diffusa, in particolare per chi ha problemi di spazio. Raffresca a dovere, proprio come gli altri apparecchi, e presenta interessanti caratteristiche… L’importante è scegliere il modello e il marchio giusto!

Quali sono i vantaggi comportati dall’uso di un climatizzatore senza unità esterna?

La prima cosa alla quale potrete pensare è il rumore che generalmente viene emesso dall’unità esterna. Per alcuni modelli, risulta davvero pesante e possono rivelarsi rumorose persino le unità interne. Questo, chiaramente, non accade quando l’apparecchio da posizionare all’esterno non è presente.

In generale, questo tipo di climatizzatore risulta essere più silenzioso degli altri. Un ulteriore vantaggio da considerare consiste proprio nella possibilità di recuperare e/o risparmiare spazio in terrazza o comunque negli ambienti esterni dell’immobile.

Tra l’altro, è utile considerare che molte residenze, ad esempio quelle collocate nel centro storico delle città, sono soggette ad alcuni regolamenti che vietano l’installazione dei dispositivi all’esterno. Per non parlare di alcuni regolamenti condominiali che, per questioni di estetica, non consentono il montaggio di questi apparecchi nelle aree outdoor. Con il climatizzatore senza unità esterna questi problemi non si presentano.

Quali sono gli svantaggi da considerare?

Dal punto di vista energetico, questi apparecchi possono consumare più di quello che ci si aspetterebbe. Pertanto, anche nell’acquisto di questi prodotti, è necessario prestare attenzione alla classe energetica e alle modalità di funzionamento.

A parte questo dettaglio, gli svantaggi da considerare sono praticamente inesistenti. Infatti, con la tecnologia di oggi è difficile rimanere delusi. Perciò, dopo aver considerato gli aspetti tecnici, è tutta una questione di estetica e di gusti personali. In base a questi ultimi, potrete certamente prendere la decisione finale, migliore per voi e per tutti coloro che useranno l’apparecchio.

Climatizzatore senza unità esterna: dove trovarlo?

Se desiderate acquistare un buon elettrodomestico, vi consigliamo i modelli del marchio Innova (MONOBLOCCO WI/FI SENZA UNITÀ ESTERNA. 2.0). Questi apparecchi sono privi di unità esterna. Funzionano affidandosi alla tecnologia inverter e alla pompa di calore. Garantiscono consumi controllati, sono versatili, facili da installare e dotati di controllo Wi-Fi.

Sul nostro store troverete tanti altri modelli proposti da marchi leader nel settore, come Daikin, General Fujitsu, Hermann S.D., Hitachi, LG, Mitsubishi e Olimpia Splendid, sia per la climatizzazione commerciale che residenziale. In pratica, se stavate cercando un climatizzatore senza unità esterna, su 121Store.it troverete molto di più. Potrete inoltre avvalervi di convenienti pagamenti rateali e di esclusive garanzie della durata di 10 anni.

post image

Efficientamento energetico: di cosa si tratta?

Quante volte parliamo di efficientamento energetico senza avere un’accurata cognizione dell’argomento in questione e di tutte le sue implicazioni a livello economico e anche quotidiano? Ebbene, rendere la nostra abitazione più efficiente dal punto di vista energetico non significa soltanto inquinare meno e risparmiare sulle bollette, ma anche vivere in modo più completo e confortevole la nostra casa. Anche se si tratta di concetti diversi per definizione, il risparmio e l’efficientamento energetico sono due fattori che si intersecano profondamente. Cosa dovremmo sapere in merito? Vediamolo insieme.

Efficientamento energetico: come si risparmia?

Possiamo parlare correttamente di efficienza energetica soltanto nel momento in cui cominciamo a fare un uso migliore e più appropriato dell’energia, consumando meno e sfruttandola al massimo delle sue potenzialità. Quando, invece, parliamo di solo risparmio energetico, intendiamo semplicemente un minore utilizzo dell’energia. Le due cose, tuttavia, possono essere combinate assieme per un risultato ancora più efficace e soddisfacente.

Ad esempio, è possibile eseguire degli interventi in casa per garantire un maggior efficientamento energetico, attraverso un isolamento termico efficace e una coibentazione appropriata: si potrà contare non solo su una maggiore efficienza ma anche su un bel risparmio energetico. In ogni caso, sia l’efficienza energetica che il solo risparmio dell’energia sono due lati della stessa medaglia, che influiscono positivamente sul benessere della vita domestica.

Efficientamento energetico: da dove partire?

Per riuscire a ottenere un maggiore efficientamento energetico della nostra casa sarà necessario prima provvedere a far analizzare lo stato degli impianti e, in generale, della struttura da uno o più tecnici specializzati. Questo significa, in parole semplici, attestare la classe energetica e le prestazioni dell’edificio stesso, così da poter individuare facilmente persino eventuali interventi correttivi da effettuare per risparmiare energia e denaro. Ecco quindi l’importanza dell’attestazione di classe energetica che va a certificare l’utilizzo e le performance elettriche dell’abitazione: va considerata come l’opportunità che abbiamo di rendere la nostra casa più confortevole anche dal punto di vista energetico.

Inoltre, c’è da considerare che la Legge di Stabilità 2018 ha confermato il bonus energia, che prevede delle agevolazioni fiscali molto significative nel caso in cui si decida di fare degli interventi di riqualificazione energetica nella nostra casa, permettendo così di recuperare oltre la metà della spesa sostenuta per i successivi dieci anni. Per chi, infatti, decidesse di intervenire ad esempio sostituendo gli infissi, gli impianti o acquistando una nuova caldaia più efficiente, lo Stato ha previsto una detrazione fiscale del 65% che, sicuramente, è una bella opportunità per moltissime famiglie. Perciò, è di certo il momento migliore per fare qualche cambiamento all’interno della propria abitazione o condominio.

Sul nostro store potrete trovare numerose caldaie delle migliori marche, ma persino pompe di calore e pannelli solari utili per poter contare su un consistente efficientamento energetico. A volte basta davvero poco per risparmiare, elevare i livelli di comfort e anche la qualità della vita domestica nonché l’effettivo valore dell’immobile! Per maggiori informazioni e consigli, non esitate a contattarci: troveremo la soluzione più adatta alle vostre esigenze e preferenze!