cosa sono le pompe di calore? a cosa servono?

Pompe di calore: cosa sono e a cosa servono

La pompa di calore è una macchina che serve a trasferire energia termica da un ambiente freddo (o sorgente fredda) verso un’altra che ha una temperatura più alta. Può essere attivata in diversi modi e, generalmente, funziona grazie all’energia elettrica, ma non sono rari i casi in cui si utilizza energia meccanica o comunque altre fonti. Le pompe di calore possono essere abbinate poi ad altri elettrodomestici.

Come funziona una pompa di calore

La pompa di calore è composta da quattro parti, ovvero condensatore, valvola di laminazione, evaporatore e compressore, che funzionano in sequenza secondo un ciclo specifico. All’interno dell’evaporatore, il fluido presente viene portato allo stato di evaporazione. Nel compressore viene appunto compresso fino a creare energia termica. A questo punto, entra in gioco il condensatore, che libera l’energia termica ottenuta nel compressore in forma di calore (riscaldamento). Nel processo di liberazione dell’energia, questa viene riporta a stato liquido. Infine, la valvola di laminazione rimanda il liquido all’evaporatore, riavviando il ciclo. Il fulcro sta insomma nel condensatore, che serve a liberare energia termica, riscaldando quindi l’ambiente in cui ci si trova.

A cosa servono le pompe di calore?

Il ciclo della pompa di calore è invertibile. Ossia, può funzionare sia per emettere aria calda all’interno di un ambiente che per emetterla all’esterno. In inverno, o comunque nei mesi freddi dell’anno, la pompa di calore prende dall’ambiente esterno il calore contenuto nell’aria, nell’acqua o nel suolo. Tramite il ciclo appena esaminato, riemette quindi calore all’interno dell’ambiente domestico, aumentandone ulteriormente la temperatura.

Nei periodi caldi dell’anno, la funzione si inverte: la pompa di calore può prendere il calore dall’ambiente interno e rimandarlo verso l’esterno (cosa che appunto fa il condizionatore) raffreddando l’ambiente. Oltre a questo, la pompa di calore ha altri utilizzi, visto che si può legare ad altri elettrodomestici. Alcune pompe di calore contengono dei serbatoi di accumulo in cui c’è acqua che viene riscaldata, funzionando in modo simile a una caldaia, ma con un minor consumo di energia, garantendo perciò persino un maggiore rispetto per l’ambiente tramite il suo utilizzo.

 

 

 

Per valutare la resa delle pompe di calore, si confronta energia elettrica utilizzata e calore fornito, un confronto che si ottiene tramite il COP (Coefficiente di Prestazione). Per intendersi, in un ambiente di circa 10 gradi, il COP è compreso fra 3 e 4. Con temperature al di sotto dei 5 gradi, il COP diminuisce drasticamente. Pertanto, prima di acquistare di una pompa di calore bisogna valutare bene quali sono le condizioni ambientali in cui lo si va ad installare, ovvero il clima della propria area geografica.

Le pompe di calore aria-acqua

Al momento, è possibile acquistare delle pompe di calore aria-acqua, che si rivelano molto più innovative di quelle tradizionali, proponendo un’efficiente climatizzazione delle abitazioni, senza la necessità di utilizzare gas metano o GPL, come avviene invece nei sistemi tradizionali con caldaie. In questo caso, la pompa potrà estrarre calore dall’aria esterna e utilizzarlo per l’emissione all’interno dell’immobile e per la produzione di acqua calda sanitaria, anche con temperature esterne molto basse.

I nuovi modelli possono riscaldare fino a 250mq, proporre un risparmio fino al 66% rispetto ai combustibili classici e garantire costantemente un’elevata efficienza. Potrete trovare tantissime pompe di calore sul nostro store: avrete l’imbarazzo della scelta e tanti vantaggi da non sottovalutare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *