manutenzione condizionatore cambio filtri

È tempo di manutenzione dei condizionatori!

L’estate è oramai alle porte e, con le temperature roventi di questi giorni, abbiamo la necessità di rinfrescare gli ambienti domestici. Tuttavia, prima di far ripartire gli impianti di aria condizionata, dopo alcuni mesi di inattività, è necessario seguire alcuni accorgimenti utili a scongiurare possibili blocchi, danni, malfunzionamenti e problemi che possono causare un aumento dei consumi di energia. Scopriamo insieme quali sono le operazioni da eseguire quando si tratta di manutenzione dei condizionatori.

La pulizia della componente esterna

Partendo dall’unità esterna, dovreste considerare che, solitamente, questa componente non è dotata di alcun filtro. Perciò, essendo a contatto con la polvere e gli agenti atmosferici (e spesso non protetta da apposite coperture), è facilmente soggetta a ostruzioni. A questo proposito, il consiglio che vi diamo è quello di rimuovere tutta la polvere e lo sporco concentratosi sull’apparecchio, effettuando anche, se possibile, un controllo sulle singole componenti elettriche, per valutarne l’integrità e riconoscere eventuali guasti.

 

pulizia e manutenzione condizionatore

Come e quando pulire i filtri

Quando si tratta di manutenzione dei condizionatori, ci sono da considerare altre azioni preliminari alla riaccensione di un impianto d’aria condizionata. Concentrandoci sulla componente interna, in particolare sui filtri, è utile ricordare che è proprio in essa che si concentrano batteri e polveri, che spesso vanno a formare un “tappo” e a compromettere le prestazioni massime dell’apparecchio. La pulizia dei filtri è quindi un lavoro necessario, che va svolto sia prima della riaccensione che durante il periodo di utilizzo, specialmente se l’uso che ne viene fatto è continuativo nell’arco della giornata.

Per rimuovere e pulire i filtri, è sufficiente togliere il coperchio dell’unità interna ed estrarre i filtri dalla loro sede. In seguito, si dovrà procedere al lavaggio sotto l’acqua corrente, con l’utilizzo di un sapone neutro o di un prodotto apposito per questo tipo di lavaggio. Al termine di questa procedura, bisognerà lasciare i filtri ad asciugare in un luogo dove non possano accumulare nuovamente lo sporco. Una volta asciutti, potranno essere reinseriti nei loro alloggi predefiniti. In caso di incrostazioni sui filtri, il consiglio è quello di procedere alla loro sostituzione: non hanno un costo esorbitante e andranno a migliorare notevolmente le prestazioni del vostro dispositivo.

Questa operazione può essere certamente facilitata dall’acquisto di apparecchi con filtri autopulenti e purificatori. Nel nostro store, ad esempio, abbiamo a disposizione la serie Ururu Sarara di Daikin, che assicura qualità, efficienza e performance eccezionali. Scegliere dei prodotti di questo genere consente di semplificare le operazioni di manutenzione dei condizionatori.

Per qualunque dubbio, è opportuno rivolgersi al tecnico

Molte persone preferiscono eseguire la manutenzione autonomamente, mentre altre optano per il supporto di un professionista. Certamente, quest’ultima è sempre la soluzione migliore. Tuttavia, se deciderete di effettuare la manutenzione dei condizionatori da soli, ricordate che è comunque necessario chiamare il tecnico soprattutto in caso di:

  • Problemi di funzionamento o cali di performance notevoli nonostante l’esecuzione delle operazioni descritte in precedenza,
  • Cattivi odori emanati dall’apparecchio.

Inoltre, sappiate che nel libretto dell’apparecchio viene solitamente indicato ogni quanto effettuare la revisione dell’impianto e il controllo sul materiale refrigerante: è bene attenersi a tali disposizioni, per non incorrere in guasti imprevisti o in bollette salate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *